Tra Parco di Montevecchia e Colli Briantei

 

Freddo, freddo, freddo…. sono queste le parole che mi vengono in mente questa mattina, ma non ci lasciamo comunque condizionare dal meteo ed eccoci presenti su queste belle stradine e questi bellissimi sentieri che sappiamo già di trovare ghiacciati. EliaStefanoRobertoRobyDanieleAndreaMassy sono gli amici che sfidano anche il freddo pur di passare qualche ora in sella alla propria mountain bike, perchè mtb non vuol dire solo sport ma sopra tutto amicizia dove si aspetta sempre qualcuno in difficoltà e se anche qualche volta facciamo tardi è perchè abbiamo voluto davvero gustarcela questa nostra voglia di rimanere qualche ora in mezzo alla natura e lontani dai pensieri.

Elia

Road Book

Usciamo dal parcheggio della stazione di Merate/Cernusco Lombardone per prendere il tratto di pista ciclabile che segue via Stoppani e che passa non molto distante dal “Castello” di Cernusco Lombardone (Sec. XIV) e prosegue sempre diritto utilizzando la sterrata che parte a sinistra nel mezzo di via San Dionigi. La sterrata prosegue accanto alla linea ferroviaria e passa non distante da “Cascina Colombaio“. Ritrovata la strada asfaltata giriamo a destra e proseguiamo in direzione di “Cascina Aurora” per immetterci a sinistra nel boschetto che con un bel single trail scende nella valle del torrente Curone.

Seguiamo a destra la sterrata che prosegue a ridosso del boschetto e attraversiamo il piccolo ponte sul torrente per portarci alla periferia della frazione Quattro Strade di Montevecchia che aggiriamo per andare in direzione di “Cascina Ceresè”  dove entriamo nel territorio del “Parco di Montevecchia e Val Curone“.  Giunti davanti all’ingresso della cascina giriamo a destra e seguiamo il single trail che prosegue a fianco del grande pratone e che in fondo devia a sinistra immettendosi nel boschetto e poco dopo inizia a scendere nella valletta.

Raggiunto il bivio dei sentieri, quando siamo arrivati nella parte bassa della valletta, teniamo la sinistra e seguendo un’altro single trail che ci porta a incrociare, dopo aver superato la sbarra, via J.F. Kennedy che attraversiamo per procedere in salita verso “Cascina Brughiera” dopo aver attraversato il ponticello sul torrente Molgoretta. Passiamo all’interno del cortile della cascina e proseguiamo sempre diritto sulla sterrata che passa nel mezzo dei grandi prati e che ci fa gustare il panorama sulla collina di Montevecchia e sul “Santuario della Beata Vergine del Carmelo” posto la in alto sulla parte più alta del monte.

Dopo un tratto leggermente pianeggiante, al km 8,2, giriamo a sinistra ed in salita arriviamo a “Cascina Pianina” dove attraversando il cortile ci portiamo poi in discesa sulle stradine della prima periferia di Maresso.  Raggiunto l’incrocio, con via A. Manzoni, giriamo a sinistra e proseguiamo in salita verso il centro del paese e quando a sinistra troviamo via Madonnina la imbocchiamo per passare il complesso scolastico della “Scuola Primaria Aldo Moro” e proseguire fino all’incrocio con via San Francesco dove prendiamo a destra la piccola stradina, all’inizio cementata, che ci porta in discesa nella sterrata che attraversa il bosco.

Oltrepassiamo la “Fontana Squallera”  all’interno di una delle valli più belle del Parco di Montevecchia e proseguendo sempre diritto risaliamo nuovamente verso Maresso uscendo su via San Carlo Borromeo. La seguiamo e quando alla nostra destra troviamo via Don C. Gnocchi la imbocchiamo e seguiamo la sterrata che arriva a “Cascina Maressoletto” dove attraversiamo il cortile e proseguiamo a sinistra su via Don C. Biffi per arrivare all’incrocio con via A. Manzoni. Giriamo a sinistra e superiamo la “Parrocchiale dei S.S. Faustino e Giovita”  ed imboccare in discesa via Milano.

Raggiungiamo la rotonda e proseguiamo a destra ancora in discesa e al km 12,9 deviamo a destra imboccando via Martiri di Valaperta dove al primo bivio teniamo ancora la destra per seguire la sterrata che arriva al “Mulino Cattaneo” Attraversiamo il cortile e poco dopo il ponte su torrente Lavandaia e giriamo a sinistra per immetterci sul bellissimo single trail che segue le sponde del piccolo corso d’acqua e che termina quando incrocia via V. Alfieri nella frazione Valaperta di Casatenovo.

Tenendo la destra proseguiamo sull’asfaltata per 600 m poi giriamo a sinistra sulla sterrata che attraversa il campo e ci impegniamo nella salita che arriva nel bosco dove, dopo un piccolo tornante, la sterrata devia a destra e prosegue in discesa verso l’asfaltata via L. Da Vinci. La attraversiamo e in leggera salita ci portiamo su un’altra sterrata che arriva alla frazione Fornace di Lomagna che lasciamo poco dopo per andare a riprendere nuovamente le belle sterrate all’interno del “Parco dei Colli Briantei”  raggiungendo un’altra frazione quella di Impari dove raggiungiamo via Dossi.

Tenendo la destra imbocchiamo via Miramonti ed arrivati al bivio giriamo a sinistra su via Impari Inferiore e quando la strada termina ci teniamo a sinistra e proseguiamo in leggera salita seguendo la sterrata che risale la collinetta e che prosegue seguendo le sponde del torrente Molgoretta per poi arrivare su via del Mulino a ridosso dell’abitato di Lomagna. Teniamo la sinistra e raggiunto il bivio giriamo a destra per seguire il rettilineo in salita che ci porta davanti a “Villa Anguissola-Busca-d’Adda“.

Teniamo la sinistra e proseguiamo sulla sterrata che ne aggira il parco e raggiungiamo via A. Volta dove giriamo a sinistra e ne percorriamo 300 m per girare poi a sinistra su una sterrata che attraversa un grande pratone e che termina quando dalla parte opposta trova l’incrocio con via per Lomagna. Giriamo a destra e arriviamo fino all’incrocio con via N. Copernico e giriamo a sinistra andando in direzione del sottopasso ferroviario. Una volta oltrepassato giriamo alla prima a sinistra su via G. Marconi e subito alla prima a destra su via F. Gioia per deviare a sinistra su via Kennedy ed arrivare nuovamente su via G. Marconi nella prima periferia di Osnago.

Siamo costretti a fare questo giro per via di un divieto di accesso ed ora giriamo a destra proseguendo sempre diritto fino ad arrivare davanti all’Ufficio Postale dove giriamo a destra su via IV Novembre e poi subito a sinistra passando davanti al fabbricato del Comune di Osnago e alla Biblioteca comunale per girare a destra in via Sant’Anna e  passare accanto alla “Parrocchiale di Santo Stefano” ed imboccare un brevissimo tratto di via Roma per girare poi a destra su via XX Settembre dove dopo la curva teniamo la destra e prendiamo la stradina che ci conduce all’incrocio con via V. Bellini.

Giriamo a sinistra e arriviamo all’incrocio con via Bergamo e proseguiamo a sinistra per girare alla prima a destra imboccando via G. Donizetti fino all’incrocio con via A. Manzoni dove giriamo a sinistra e ritornare in direzione di via Roma dove giriamo a destra e proseguiamo in direzione della rotonda. Tenendo la sinistra imbocchiamo via Regina che passa accanto alla zona industriale e proseguiamo, dopo che l’asfalto termina, sulla sterrata che prosegue verso destra e termina sulla stradina di via Valle entrando nel territorio comunale di Cernusco Lombardone.

Tenendoci sempre a sinistra proseguiamo sempre su via Valle e quando la stradina termina proseguiamo su sterrato andando in direzione della linea ferroviaria che costeggiamo fino al sottopasso fino ad uscire sul piazzale della piccola “Chiesetta di San Dionigi” dove tenendo la destra possiamo proseguire sempre su sterrato fino al ritorno al parcheggio della stazione FS da dove siamo partiti questa mattina per questa nuova escursione.

[gpsies fileId=tjupeegimhqwegtj show=full]

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *